Sei Maggiorenne?

Per poter acquistare i liquidi pronti TPD e Mix&Vape, è necessario inviare la copia di un documento di riconoscimento valido. Per maggior info clicca qui

Si, ho più di 18 anni No, non ho 18 anni
Come smettere di fumare: effetti, benefici e migliori metodi per non fumare più

Come smettere di fumare: effetti, benefici e migliori metodi per non fumare più

Il fumo è uno dei fattori di rischio che favorisce la comparsa del cancro ai polmoni e che, aumenta le possibilità di infarto, enfisema e altre malattie del sistema cardiorespiratorio. Smettere di fumare non vuol dire solo liberarsi di un’abitudine ma, compiere un atto d’amore verso se stessi e la propria salute.

Non tutti però riescono a smettere di fumare con la semplice forza di volontà, questo perché, quando si parla di tabagismo, ci si riferisce a una vera e propria dipendenza dal tabacco. Tale dipendenza è provocata dalla nicotina, un alcaloide che stimola e agisce su alcuni recettori cerebrali. É proprio la nicotina che induce i fumatori a provare una sensazione di gratificazione che li spinge a fumare ancora.

Inoltre, poiché la nicotina crea dipendenza, quando questa viene a mancare, si scatena la famosa sindrome d’astinenza, riconoscibile da sintomi quali: ansia, rabbia, irritabilità, frustrazione, depressione, disturbi dell’umore e del sonno, problemi di memoria e concentrazione, aumento dell’appetito.

Approfondiamo meglio questo aspetto e scopriamo cosa succede quando si smette di fumare.

Effetti: cosa succede se si smette di fumare

Se decidi di non fumare più e di intraprendere un percorso di disintossicazione da nicotina, devi essere preparato a ciò che avverrà nel tuo organismo nelle successive 24 ore dopo l’ultima sigaretta. Queste sono le ore più difficili, così come i primi 4 giorni, in cui i sintomi dell’astinenza saranno più forti, per poi iniziare ad attenuarsi col tempo, a partire dalla prima settimana e nei primi 30 giorni.

Le sensazioni di malessere come astenia, irritabilità, problemi di concentrazione, disturbi dell’umore, aumento dell’appetito, ect…Potrebbero durare per diversi mesi. Nonostante le difficoltà i benefici per il tuo organismo si notano già dopo i primi venti minuti.

Ecco gli effetti sul corpo quando smetti di fumare:
  • Entro i primi 20 minuti vi è una riduzione della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna
  • Entro 12 ore la presenza di monossido di carbonio nel sangue scende e torna a livelli normali
  • Entro 1-12 settimane si assiste a un miglioramento delle funzioni polmonari e delle circolazione del sangue
  • Entro 1-9 mesi, respiro corto e tosse cominciano ad essere meno frequenti
  • Entro 12 mesi, il rischio di infarto diminuisce del 50% rispetto a un fumatore
  • Entro 15 anni, il rischio d’infarto è uguale a quello di chi non è fumatore
  • Entro 5-15 anni anche il rischio di ictus diventa uguale a un non fumatore
  • Entro 10 anni si assiste a una diminuzione del rischio di cancro ai polmoni e di altre tipologie di neoplasie
Anche l’aspettativa di vita è migliore per chi decidere di smettere di fumare:
  • a 30 anni: + 10 anni di vita
  • a 40 anni: + 9 anni di vita
  • a 50 anni: + 6 anni di vita
  • a 60 anni: + 3 anni di vita
È evidente che prima si decide di smettere di fumare e maggiore è l’aspettativa di vita che è possibile guadagnare.


Quanto dura la crisi di astinenza da nicotina?

Quando decidi davvero di smettere di fumare per sempre, dovrai affrontare la crisi d’astinenza da nicotina. I primi giorni senza questa sostanza saranno i più difficili e il desiderio di riprendere a fumare sarà forte. Potrai sentirti inquieto, irritabile, stanco, depresso, avrai problemi a concentrarti e a riposare.

Come accennato in precedenza, la prima crisi di astinenza da nicotina dura dalle prime ore fino ai primi 4 giorni. In questi momenti, potresti aiutarti utilizzando prodotti sostitutivi della nicotina. Inoltre, cerca di distrarti il più possibile, non pensare al fumo, prova a stare in compagnia e passeggiare all’aria aperta. Superata la prima forte crisi di astinenza da nicotina, i giorni successivi saranno più gestibili.


Effetti collaterali

Disintossicarsi dal fumo di sigaretta ha dei primi effetti collaterali che, col passare dei giorni e delle settimane, tendono a diminuire fino a sparire. A causa dell'ansia, della depressione e del disturbo del sonno, potresti sentirti privo di energie e non riuscire a svolgere tutte le tue solite attività quotidiane.

Ansia, depressione, disturbi dell’umore e irascibilità potrebbero renderti meno propenso ai rapporti umani e alla socialità. Inoltre, smettere di fumare porta aumento dell’appetito e questo, se non tenuto sotto controllo, potrebbe provocare un aumento di peso. Tuttavia, si tratta di una conseguenza transitoria, gestibile attraverso una dietra equilibrata e dell’attività fisica.


Perché smettere di fumare: i benefici 

Sono tanti benefici dello smettere di fumare, ogni individuo trova le proprie motivazioni per abbandonare il fumo. Di seguito puoi trovare alcuni buoni motivi per abbandonare la sigaretta tradizionale e non tornare indietro.


Per la propria salute

Il motivo più importante per non fumare più è sicuramente quello di preservare il proprio stato di salute. Secondo l’OMS, al fumo sono attribuiti la maggior parte dei tumori ai polmoni, alla gola, all’esofago, oltre che aumento del rischio di cancro al seno, all’ovaio, al pancreas, all’intestino e ad altri organi. Inoltre, fumare aumenta l’insorgenza di malattie del cuore, della circolazione e dei polmoni, impattando negativamente sulle condizioni di salute e provocando anche situazioni invalidanti molto gravi.


Per la salute degli altri

Chi è esposto al fumo passivo inala quasi 5.000 sostanze chimiche, alcune cancerogene. Tra queste c’è il benzene che favorisce la comparsa di leucemie. Una persona esposta abitualmente al fumo passivo di sigaretta, ha un rischio maggiore alla media per ciò che riguarda l’insorgenza di cancro e altre malattie cardiache. Inoltre, i bambini esposti al fumo passivo corrono maggior rischio rispetto ai coetanei, di sviluppare attacchi d’asma, bronchiti e polmoniti, oltre che meningiti e otiti.


Per un risparmio economico

Le sigarette e il tabacco in generale fanno male al corpo ma anche alle finanze. Chi ha questa cattiva abitudine e fuma molte sigarette, sigari e pipe, troverà un grande vantaggio economico nello smettere di fumare. Se vuoi risparmiare, abbandona il tabacco e il fumo della sigaretta tradizionale.


Per essere liberi 

Fumare vuol dire avere una dipendenza ed essere schiavi del tabacco. Psicologicamente non si è liberi da vincoli: ansia di restare senza sigarette, avere il bisogno di uscire anche nei momenti meno appropriati e favorevoli per acquistare un pacchetto; mettere in pausa un lavoro, rinunciare a un’attività: tutto per poter fare un tiro di sigaretta.


Per migliorare il proprio aspetto esteriore

Un fumatore assiduo presenta segni esteriori evidenti e poco gradevoli come i denti ingialliti, l’alito cattivo, macchie sulle dita provocate dalla nicotina, pelle secca. Inoltre, anche gli abiti e i capelli si impregnano dell’odore del fumo, cosa che può infastidire altre persone. Smettere di fumare vuol dire migliorare il proprio aspetto, dire addio a questi segni sgradevoli ed evidenti e sentirsi più a proprio agio in mezzo agli altri.


Come si fa a togliere il vizio di fumare? 5 Modi per smettere subito

Se stai cercando un metodo per smettere di fumare, devi sapere che non ne esiste uno solo e, soprattutto, non uno definitivo e uguale per tutti. Come hai scelto di fumare, così può decidere di non farlo più. Prima prendi questa decisione e minore saranno i rischi collegati alla salute, riuscendo a tornare alle stesse condizioni di chi non ha mai fumato.


La forza di volontà: la più importante

La volontà di voler smettere di fumare è la prima cosa per riuscire davvero nell’obiettivo. C’è chi prende la decisione di dire addio al fumo e, fin dal giorno successivo, ci riesce senza problemi. Chi non ce la fa non deve sentirsi in colpa. La nicotina dà dipendenza e non è semplice abbandonarla. Così come può essere normale avere una ricaduta a pochi giorni o settimane di distanza dopo aver abbandonato il fumo. La cosa importante è crederci, non scoraggiarsi e magari farsi aiutare, rivolgendosi al proprio medico o a uno dei Centri antifumo presenti sul territorio italiano. Anche gli amici e parenti possono darti una mano.


Sigaretta elettronica: l’alternativa migliore per smettere di fumare

L’utilizzo della sigaretta elettronica come alternativa a quella tradizionale è ormai molto diffusa. Diversi studi hanno valutato rischi e benefici e le ricerche sono ancora in corso. Tuttavia, smettere di fumare con la sigaretta elettronica ti permette di non entrare in contatto con il catrame e altre sostanze tossiche prodotte dalla combustione del tabacco. In commercio sono disponibili diversi kit completi e sigarette elettroniche rivolte a tutti coloro che vogliono smettere di fumare tabacco. I kit sono ideali per gli svapatori inesperti in quanto risultano già pronti e di facile utilizzo.

La sigaretta elettronica aiuta ad allontanarsi dalla dipendenza del tabacco, perché è possibile utilizzare liquidi con dosaggi ridotti di nicotina, fino alla sua totale eliminazione. In questo modo, il vizio di fumare diminuisce in modo graduale, grazie alla possibilità di diminuire la nicotina fino a non sentirne più la necessità. Oltre a ciò, con le e-cig manterrai la gestualità del fumo aiutandoti ancora di più a smettere di fumare gradualmente. Le e-cig e lo svapo risultano quindi la migliore alternativa per coloro che vogliono ridurre gli effetti collaterali ed evitare crisi d’astinenza.


I libri per smettere di fumare: ideali per prendere la decisione 

Negli scaffali delle librerie puoi trovare alcuni libri per smettere di fumare. Non funzionano per tutti e non ti assicuriamo che li troverai utili. Tuttavia, molte persone hanno preso la decisione di smettere proprio leggendo uno di questi manuali e anche seguendo alcuni trucchi e consigli suggeriti dagli autori. Tra i tanti titoli disponibili ti suggeriamo: È facile smettere di fumare se sai come farlo di Allen Carr, EWI editrice; Spegnila! di Donatella Barus e Roberto Boffi, Rizzoli editore.


Rimedi naturali: gli integratori per un aiuto in più

In erboristeria e in farmacia sono disponibili diversi integratori naturali per smettere di fumare che sfruttano l’azione sedativa di alcune piante. In particolare, molto efficaci sono quelli a base di valeriana, biancospino, melissa e passiflora.


Cerotti e trattamenti sostitutivi tradizionali

Un metodo consigliato per smettere di fumare è quello di ridurre gradualmente la quantità di nicotina introdotta nell’organismo, utilizzando prodotti sostitutivi con dosaggio a scalare. In commercio esistono un’ampia gamma di: cerotti, compresse, gomme da masticare, inalatori orali... tutti ideati per tenere sotto controllo il disagio provocato dall’assenza di nicotina. Possono essere acquistati in farmacia ma devono essere prescritti dal proprio medico e utilizzati nel rispetto dei tempi e del dosaggio indicato all’interno del bugiardino.

Cerotti o sigarette elettroniche: qual è la soluzione migliore?
Come le sigarette elettroniche, i prodotti da farmacia aiutano a ridurre gradualmente la dipendenza da nicotina. Tuttavia, con questi metodi sarai costretto ad abbandonare la gestualità che viene invece mantenuta con le e-cig. La sigaretta elettronica risulta quindi un metodo migliore per smettere di fumare gradualmente, in quanto mantiene inalterati diversi aspetti pur consentendo una diminuzione regolare della nicotina.


In conclusione: alcuni consigli per smettere subito di fumare

Vuoi conoscere delle tecniche per smettere di fumare subito? Ecco alcuni consigli che pensiamo possano esserti utili:
  • Decidi un giorno preciso in cui smettere
  • Fai sparire tutto ciò che riguarda il fumo o può ricordato
  • Evita il più possibile situazioni stressanti che potrebbero invogliarti a fumare
  • Cerca di non avvicinarti a persone che stanno fumando
  • Segui una dieta sana ed equilibrata e fai attività fisica
  • Se ti assale un forte desiderio di fumare, cerca di distrarti facendo un’attività che ti piace e ti gratifica.
Ricorda che, nei primi giorni di astinenza dal fumo, il forte desiderio di accendere una sigaretta dura qualche minuto. Se riesci a superare quel momento, avrai maggiori possibilità di superare tutti gli altri e di non ricominciare.

Se hai finalmente deciso di dire addio al fumo e non sai come approcciarti alle sigarette svapo, ti consigliamo di leggere il nostro articolo su come scegliere la sigaretta elettronica per smettere di fumare.