Sei Maggiorenne?

Per poter acquistare i liquidi pronti TPD e Mix&Vape, è necessario inviare la copia di un documento di riconoscimento valido. Per maggior info clicca qui

Si, ho più di 18 anni No, non ho 18 anni
La sigaretta elettronica fa male o no? Pro, Contro e tutte le informazioni

La sigaretta elettronica fa male o no? Pro, Contro e tutte le informazioni

Dalla sua entrata in commercio, uno dei temi più discussi è se la sigaretta elettronica fa male.

La risposta, oggi, non è ancora certa e definitiva. Le e-cig sono sul mercato da appena un decennio e gli studi sul loro impatto sulla salute non sono ancora chiari.

Ciò che si sa è che l’utilizzo a breve termine non presenta delle particolari criticità e che molti esperti considerano la sigaretta elettronica uno dei modi per smettere di fumare più efficaci.

Prima di approfondire il discorso sugli effetti delle sigarette elettroniche, vediamo come funzionano e da chi sono state progettate.

Cos’è la sigaretta elettronica, chi l’ha inventata e come funziona

Ripercorrendo la storia dell’invenzione della sigaretta elettronica, dobbiamo andare molto indietro nel tempo, nel lontano 1927. Questo è l’anno in cui Joseph Robinson depositò un brevetto a New York del suo progetto su un dispositivo che chiamò “vaporizzatore ad accensione meccanica a butano”.

Era un dispositivo che vaporizzava per inalazioni diverse sostanze a scopo terapeutico e medicale,  tramite un processo di combustione delle stesse. Tuttavia, il brevetto non portò alla creazione del prodotto.

Nel 1963 un cittadino americano, veterano di guerra, Herbert A Gilbert, riprese l’idea di quel brevetto  e apportò delle modifiche. Il processo di combustione dei liquidi fu indotto tramite una batteria capace di riscaldare la parte liquida fino a farla evaporare.

Purtroppo anche questa idea fu abbandonata dopo poco tempo. Passano molti anni e solo nel 2002, avviene la svolta che farà poi registrare il boom della sigaretta elettronica.

L’ideatore è Hon Lik, farmacista cinese, oggi conosciuto come l’inventore dell’e-cig che, ha più volte dichiarato che l’intuizione gli venne nella vasca da bagno mentre applicava uno dei famosi cerotti per smettere di fumare.

Poiché non voleva affatto rinunciare all’azione e alla sensazione data dall’inspirare un tiro di fumo, pensò a una sigaretta in grado di funzionare a vapore e alimentata a impulsi elettrici.

Come funziona la sigaretta elettronica svapo

Sul mercato è possibile trovare sigarette elettroniche professionali, di forme diverse ma con tre elementi comuni:

        Inalatore: cartuccia che contiene la sostanza liquida

        Atomizzatore: l’elemento che scalda il liquido e lo vaporizza

        Batteria: alimenta l’atomizzatore

La quantità di nicotina da svapare è variabile, in genere tra i 0 e i 24 mg. Il liquido per sigaretta elettronica è composto da acqua, glicole propilenico, glicerolo e altre sostanze, come gli aromi.

Il funzionamento della sigaretta elettronica è molto semplice: la soluzione liquida viene vaporizzata tramite un atomizzatore alimentato da una batteria ricaricabile, riproducendo la gratificazione sensoriale simile a quella data dalle sigarette classiche, ma senza la loro tossicità.

Le sigarette elettroniche fanno male? 

Torniamo ora alla domanda principale di questo articolo: fumare la sigaretta elettronica fa male o no?

La prima cosa che devi sapere è che l’assenza di combustione permette di sfruttare tutti i principi attivi presenti nel liquido, senza che si entri in contatto con catrame, idrocarburi policiclici aromatici e altre sostanze tossiche presenti nella sigaretta tradizionale.

Una ricerca condotta dal team di ricercatori LIAF nel Centro Universitario del Policlinico di Catania, ha dimostrato una diminuzione importante dei danni causati dal fumo, utilizzando la sigaretta elettronica.

Meno il 18% di tosse, meno il 17% di bocca secca, meno il 20% di irritazione alla gola e il meno il 10% di mal di testa.

Inoltre, chi ha usato le e-cig ha manifestato raramente disturbi da astinenza da tabacco, come ansia, irritazione, fame e insonnia.

Durante lo studio non è stato evidenziato alcun aumento del battito cardiaco, della pressione sanguigna o modifiche nel peso corporeo.

Anzi, molte persone hanno anche manifestato un miglioramento generale delle proprie condizioni di salute, data dalla riduzione dell’uso di tabacco.

La sigaretta elettronica fa meno male della sigaretta tradizionale

Da queste considerazioni, si può dire che la sigaretta elettronica non fa male ma, gli effetti a lungo termine sono ancora oggetto di studio.

Intanto però è evidente che usare l’e-cig in alternativa alla sigaretta tradizionale fa meno male e porta moltissimi benefici, oltre che essere un aiuto concreto alla lotta al tabagismo.

Pro: perché fumare la sigaretta elettronica

Molte persone scelgono di utilizzare le sigarette elettroniche per smettere di fumare, ma vediamo quali sono i pro di questo dispositivo.

Nessuna sostanza tossica nell’organismo

Usando l’e-cig si smettono di inalare oltre 4.000 sostanze tossiche derivate dalla combustione del tabacco tra cui catrame, monossido di carbonio, cromo, cadmio e cianuro di idrogeno.

Diminuzione della nicotina, fino alla sua scomparsa

Altro vantaggio della sigaretta elettronica è la possibilità di utilizzare quantità variabili di nicotina. Molti ex fumatori di sigarette tradizionali, diminuiscono la nicotina nei liquidi gradualmente, fino ad eliminarla del tutto e utilizzare solo liquidi aromatizzati.

Addio al fumo passivo

Utilizzare l’e-cig vuol dire non produrre fumo passivo che può essere nocivo per chi ci sta intorno. Diversi studi confermano come questo dispositivo sia molto efficace nella risoluzione di questo problema.

Risparmio economico

Fumare le sigarette tradizionali è molto costoso. In base alla quantità fumata, è possibile spendere dai 5 ai 10/15 euro al giorno. La sigaretta elettronica ha costi più contenuti, così come i liquidi.

Se ti interessa risparmiare, ma soprattutto tutelare il tuo stato di salute dicendo addio al tabacco, puoi acquistare la tua sigaretta elettronica sul nostro svapo shop.

Contro: possibili danni della sigaretta svapo

Parliamo anche dei possibili danni ed effetti collaterali della sigaretta elettronica. Un tema di particolare interesse per chi si avvicina per la prima volta al mondo dello svapo.

Quali sono le controindicazioni della sigaretta elettronica? Il liquido della sigaretta elettronica fa male?

Diversi studi hanno indicato che nel vapore prodotto dall’e-cig vi è la presenza di sostanze potenzialmente nocive come il glicole propilenico, usato da diverso tempo nell’industria del cinema e in altri settori e considerato generalmente sicuro.

Tuttavia, ci sono ricerche che sostengono che l’inalazione prolungata di questa sostanza può provocare irritazioni alla gola e al naso, tosse, riniti e asma.

Ciò nonostante, si asserisce con convinzione che le sigarette elettroniche fanno meno male delle sigarette tradizionali, anche se non sono completamente innocue.

Sigarette elettroniche e salute: opinioni degli esperti

Sono tanti gli scienziati e gli esperti che hanno studiato la sigaretta elettronica all’interno di un contesto di lotta al tabagismo. Riportiamo qui le dichiarazioni di due illustri esponenti:

Umberto Veronesi: -  “Dal punto di vista della salute la sigaretta elettronica non presenta alcun pericolo e soddisfa il fumatore dal punto di vista gestuale e della socialità del fumo, entrambe componenti importanti del tabagismo dal punto di vista psicologico”.

E sulla possibilità di essere un aiuto concreto per smettere di fumare, ha dichiarato: “Appare come forma intelligente di riduzione dei danni da fumo in quanto mima la sigaretta, ma non contiene il tabacco, che ne è l’elemento cancerogeno. Inoltre può essere un metodo di disassuefazione. Esistono studi, uno dei quali svolto dall'Università di Catania, che dimostrano che chi vuole smettere di fumare può trovare in questo strumento un valido supporto”.

Fonte: https://www.sigmagazine.it/2015/06/ecig-umberto-veronesi-una-tassa-che-fa-male-alla-salute/

Lamberto Manzoli (Coordinatore di uno studio a lungo termine sugli effetti delle sigarette svapo): “Gli effetti negativi si vedono subito e noi non li abbiamo visti. Per ora, come risultato certo, non è emerso nessun effetto collaterale grave. Al massimo abbiamo riscontrato qualche infiammazione alla gola, cosa del tutto normale se si svapa per 5 o 6 ore di seguito. Eravamo molto curiosi di vedere se le e-cig erano davvero pericolose come sono state dipinte dai media. Dopo due anni di ricerche, posso dire che per ora non è così”.

Insomma, pare evidente che, dai primi pareri, dalle ricerche e dai test effettuati fino ad ora, i benefici della sigaretta elettronica, rispetto all’uso di quella tradizionale, siano molti e nettamente superiori.

Tutti i commenti